Il bio traina le vendite di frutta e verdura

L’Assemblea Generale dell’ONU ha proclamato il 2021 “Anno Internazionale della frutta e della verdura” per sensibilizzare l’opinione pubblica sui benefici nutrizionali e sull’importanza dell’ortofrutta per l’alimentazione umana, la sicurezza alimentare e la salute. Ed è proprio durante il lockdown da Covid-19 che i consumatori sono andati alla ricerca di prodotti naturali, bio, con etichette chiare, a conferma di una tendenza di crescita già in atto.

I primi dati di Organic F&V Monitor, l’osservatorio curato da Nomisma e promosso da AssoBio e ACI. Per il 60% dei responsabili degli acquisti, l’origine 100% italiana acquisirà ulteriore centralità.

Per il 60% dei responsabili degli acquisti l’origine 100% italiana acquisirà ulteriore centralità nelle scelte scelta di frutta e verdura. Ne è conferma l’elevata importanza attribuita ai prodotti ortofrutticoli a km zero o del territorio (45%). Anche la ricerca di adeguate garanzie di controllo e rintracciabilità lungo la filiera genera interesse (45%), mentre tra gli altri valori determinanti, ci sono i prodotti biologici (34%) e salutistici (32%), con un occhio anche alla sostenibilità, grazie alle confezioni in materiali riciclabili o ecosostenibili (30%).

Leggi l’articolo completo. (Fonte FOOD)

QCertificazioni S.r.l. a socio unico

Villa Parigini, loc. Basciano 53035 Monteriggioni (SI)
tel. +39 0577 327234 - fax +39 0577 329907 - Contattaci
P.IVA n. 01273640522
Capitale Sociale € 90.000,00 i.v.
Iscrizione Registro delle imprese di Siena n. 01273640522, REA n. 134249

 

A Bureau Veritas Group Company